I Pubblici Esercizi di Siracusa costruiscono la nuova squadra | Confcommercio - Imprese per l'Italia - Siracusa
Giovedì 22 Ottobre 2020
AREA SINDACALE

I Pubblici Esercizi di Siracusa costruiscono la nuova squadra

L'assemblea FIPE, oltre al presidente Maurizio Filoramo ha eletto il consiglio direttivo

Siracusa, 30/07/2020

* Nella foto: Maurizio Filoramo presidente, Cristina Rizzo vice presidente, Enza Privitera presidente uscente

«Oggi, dopo l'esperienza da covid-19, ci siamo resi conto che ogni attività commerciale non può sopravvivere da sola, per questo abbiamo deciso di far crescere ancor di più, nella nostra realtà locale, l'associazione leader nel settore della ristorazione, dell'intrattenimento e del turismo, nella quale operano più di 300 mila aziende: La Federazione Italiana Pubblici Esercizi». Lo sottolinea Maurizio Filoramo acclamato presidente provinciale della FIPE.

Continua la maratona delle assemblee elettive in casa Confcommercio. Come di consueto ad aprire l'assemblea della FIPE é stato il presidente di Confcommercio Elio Piscitello che ha sottolineato l'importanza di avere rappresentanti dei pubblici esercizi così qualificati e motivati.


«Fare associazionismo è una cosa seria - ha detto Piscitello -. Significa avere tanto senso della comunità, ma soprattuto una struttura agile, flessibile e professionale, che porti avanti, strategicamente, le istanze delle aziende. È impensabile costruire una rappresentanza senza il personale qualificato, ecco perché sono le associazioni di categoria ad occupare, sempre di più, questi spazi in tutta Italia e a programmare le proposte degli imprenditori».

Presenti all'assemblea della FIPE il vice presidente ed il direttore di Confcommercio, Enza Privitera, nella duplice veste di Presidente uscente, e Francesco Alfieri. «Un settore strategico per la Confcommercio - ha affermato Privitera - che si sposa totalmente con gli aspetti urbani della città. Immaginiamo un dehor, oppure un lido balneare come vestono e possono migliorare il territorio. Ecco perché noi siamo parte integrante dello sviluppo della città. Lascio la presidenza di questa federazione in salute e in buone mani, vista la presenza di tante energie nuove e qualificate».

L'assemblea FIPE, oltre al presidente Maurizio Filoramo ha eletto il consiglio direttivo composto da: Cristina Rizzo vice presidente, Daniele Peruch, Salvo Ciccio, Andrea Bianca, Lele Rizzo, Andrea Fiume, Gipi Marullo e Salvo Di Mauro come consiglieri.

Non è più possibile improvvisarsi sia come imprenditori, sia come associazione. Il livello del dialogo e della domanda è così alto che occorre una rappresentanza strutturata su tutti i livelli. FIPE, infatti, rappresenta e assiste bar, ristoranti, pizzeria, gelaterie, pasticcerie, discoteche, stabilimenti balneari, ma anche mense, ristorazione multilocalizzata, emettitori buoni pasto e casinò. Conta circa 1 milione di addetti ed un valore aggiunto di oltre 40 miliardi di euro.

Il Consiglio neo eletto per voce del presidente Filoramo, alza subito il livello della discussione: «dobbiamo chiedere, al più presto, alla pubblica amministrazione di rivedere il ritiro dei rifiuti indifferenziati per i pubblici esercizi che attualmente avviene una volta a settimana. Va da se immaginare i cattivi odori che permangano finché il rifiuto non viene ritirato dalla ditta. L'anno scorso, invece, il servizio veniva garantito cinque giorni su sette pertanto la nostra richiesta è di aumentarlo almeno a tre giorni la settimana». Scultoreo il programma del presidente FIPE neo eletto: mobilità, zona a traffico limitato, programmazione eventi in città e in provincia. «Avanzeremo prestissimo delle proposte a tutti gli stakeholder del territorio - ribadisce Filoramo - che diano soluzioni ai problemi della categoria. Siamo consapevoli delle difficoltà del nostro territorio, ma dobbiamo costruire una comunità attenta ai servizi e alla qualità».

FIPE - Confcommercio si propone come aggregatore del tessuto imprenditoriale del turismo e, in particolare, della ristorazione e dell'intrattenimento in tutta Italia nelle sue più varie forme. Il principale obiettivo è la diffusione della conoscenza dell'attività dei propri associati, il ruolo preminente che essi rivestono nella creazione del PIL del nostro Paese, la difesa del Made in Italy tipica del settore e la capillarità della presenza in tutto il territorio nazionale. È, oramai da anni, portavoce delle istanze degli imprenditori e le rappresenta presso le Istituzioni: audizioni presso le Commissioni parlamentari, interventi nei gruppi di lavoro delle Agenzie governative e dei ministeri, partecipazione ai tavoli di confronto ministeriali, regionali e territoriali.

FIPE - Confcommercio è parte di Confturismo dove rappresenta insieme ad altre associazioni il settore del turismo. A livello internazionale è parte importante di Hotrec, associazione europea dei Ristoranti, Bar, Caffè e Alberghi. È, inoltre, la firmataria principale, come parte datoriale, del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro del Turismo, dove rappresenta gli interessi sindacali delle aziende iscritte.

   Seguici su Facebook