Agli Associati di Confcommercio | Confcommercio - Imprese per l'Italia - Siracusa
Lunedì 6 Luglio 2020
NOTIZIE

Agli Associati di Confcommercio

Gli ultimi mesi hanno messo a dura prova tutti noi, le nostre attività e, più in generale, la tenuta del nostro settore economico.

Siracusa, 03/06/2020

Caro Associato,
gli ultimi mesi hanno messo a dura prova tutti noi, le nostre attività e, più in generale, la tenuta del nostro settore economico.
Non v'è dubbio, infatti, che le attività del commercio, del turismo e dei servizi, oltre che delle professioni, siano state le più fortemente e più direttamente colpite dalla crisi, conseguente i provvedimenti di distanziamento sociale emanati per il contenimento dell'epidemia di Covid-19.

In questi mesi, difficili e colmi di preoccupazioni, però, gli uffici della nostra Associazione sono rimasti sempre operativi, cercando di offrire, anche in smart working, la massima assistenza possibile alle aziende e ai professionisti che si sono trovati ad affrontare una crisi non pronosticabile e piena di incertezze. Tutto il personale ha messo la propria professionalità e competenza, in questi giorni difficili come e più di prima, al servizio di tutti. Anche al servizio dei non associati. Spesso l'associazione è stato l'unico riferimento, a cui potersi rivolgere per avere risposte e conforto.

Abbiamo implementato un servizio informativo operativo 7 giorni su 7, rispondendo a migliaia di quesiti sulle diverse disposizioni governative, regionali e comunali; abbiamo predisposto Sportelli di Assistenza dal punto di vista tecnico e normativo, giuridico e per la sicurezza; abbiamo messo online gratuitamente il portale www.coseacasa.store, un valido ed innovativo strumento che raccoglie le attività che, per l'occorrenza, si sono dedicate al delivery; abbiamo aperto lo Sportello per l'assistenza alla domanda di liquidità, accompagnando le imprese nell'iter di richiesta di nuovi finanziamenti alle banche; abbiamo predisposto l'assistenza per la partecipazione delle imprese ai bandi nazionali emanati per rimborsare le spese sostenute per l'acquisto di dispositivi di sicurezza. Per non parlare delle innumerevoli comunicazioni inviate in tempo reale (anche a tarda notte), attraverso gli strumenti digitali. Abbiamo distribuito 24 mila mascherine a tutti coloro che ne hanno fatto richiesta quando era impossibile reperirle.
Ci siamo fatti portavoce, a tutti i livelli istituzionali, delle istanze e delle criticità delle imprese associate, organizzando comunicati stampa, interviste e raccolte firme, consegnate anche alla Confederazione Nazionale, la quale, ci ha sostenuti nell'interlocuzione con il Governo nazionale, per chiedere contributi a fondo perduto, maggiore e più immediata liquidità, rapide aperture in sicurezza, sospensione di tutti i tributi locali e soprattutto regole certe, chiare ed attuabili. Siamo intervenuti a difesa della categoria su tutti gli organi di stampa, radio, giornali, tv, web, sia locali, regionali che nazionali.

Nella «Fase Due», abbiamo predisposto un servizio per l'adeguamento delle attività ai Protocolli di Sicurezza Anti-Covid, siglato numerose convenzioni, realizzato il Kit per la Ripartenza, comprensivo dei cartelli obbligatori da esporre negli esercizi commerciali. Ma soprattutto abbiamo redatto un Protocollo di riapertura, comunicato alla Prefettura e ai 21 sindaci della provincia, che consente, ancora oggi, l'apertura delle attività in totale chiarezza e trasparenza. Tutto, ovviamente, gratis per tutti!
Stiamo, inoltre, predisponendo diversi servizi e numerose azioni, anche di comunicazione, per poter sostenere la ripartenza del commercio e del turismo, avendo una interlocuzione sempre aperta con tutte le Istituzioni - Nazionale, Regionale, Locale - e con le altre Confcommercio del nord a noi gemellate.

Per tutto questo, pur vivendo direttamente le difficoltà che tutti stiamo attraversando, crediamo che sia importante - per ciò che siamo riusciti a fare in questi mesi difficili e per quello che vorremo fare nel prossimo futuro, lavorando per una ripartenza che possa diventare occasione di rilancio dell'intero settore - garantire la sopravvivenza stessa dell'Associazione. Per restare uniti, per avere un interlocutore sempre presente, capace di rappresentare con professionalità, forza e fermezza gli interessi collettivi delle categorie.
Per questo chiediamo a tutti di fare un gesto d'amore per l'associazione, ma soprattutto per l'intero comparto e quindi, in fondo, anche per se stessi, versando - qualora non sia ancora stato fatto - la quota associativa 2020 che, mai come quest'anno, non è solo un contributo economico essenziale per l'Associazione, ma rappresenta soprattutto un importante segnale di unione e coesione, oltre che un riconoscimento per il lavoro svolto, con grande senso di responsabilità e professionalità, ma soprattutto con passione.
Uniti sapremo ricostruire una nuova, diversa e forse anche più giusta normalità.

Grazie per il vostro supporto. Saluti affettuosi.

Il Direttore

Dott. Francesco Alfieri

Il Presidente

Avv. Elio Piscitello

Documenti Allegati
Lettera ai soci - sollecito quote

Lettera ai soci - sollecito quote. Scarica Apri allegato

   Seguici su Facebook