La nuova Giunta Regionale, Elio Piscitello: “Il governo ascolti le istanze della nostra provincia” | Confcommercio - Imprese per l'Italia - Siracusa
Giovedì 8 Dicembre 2022
NOTIZIE

La nuova Giunta Regionale, Elio Piscitello: “Il governo ascolti le istanze della nostra provincia”

Il presidente: “Polo industriale e infrastrutture tra le priorità. Valorizzare le Zes”

Siracusa, 17/11/2022

«Nell'augurare buon lavoro alla nuova giunta regionale, non possiamo fare a meno di notare l'assenza di assessori che rappresentano il nostro territorio. Speriamo vivamente che questo non si traduca in una scarsa attenzione nei confronti delle istanze delle famiglie e delle imprese della nostra provincia».

A dichiararlo è Elio Piscitello, presidente di Confcommercio Siracusa. «Con la formalizzazione della giunta - sono le parole di Piscitello - il governo regionale guidato dal Presidente Renato Schifani può adesso lavorare pienamente e ci auguriamo con celerità a tutte le emergenze della nostra isola. E' proprio al governatore Schifani che rivolgiamo il nostro appello perché l'azione della sua giunta sia attenta a tutte le province siciliane, anche quelle che non sono rappresentate all'interno del nuovo esecutivo».

Il presidente di Confcommercio Siracusa elenca le priorità da affrontare in un momento in cui la crisi che da anni attanaglia il territorio si è aggravata per le conseguenze del caro energia e del conflitto tra Russia e Ucraina. «La nostra provincia sta vivendo un periodo molto delicato e di grande cambiamento - ha affermato Piscitello -. Famiglie e imprese stanno affrontando le conseguenze di una crisi che negli ultimi anni non ha precedenti e serve l'azione di tutti, a tutti i livelli, per attivare gli strumenti necessari a sostenere cittadini e imprenditori. Il futuro di alcuni asset cruciali per la nostra economica come il polo industriale è in discussione e da tempo ormai, a causa di tali problematiche, sembra essersi bloccata la necessaria transizione ecologica della produzione. Il rischio concreto è che migliaia di lavoratori perdano il posto di lavoro e che molte imprese dell'indotto siano costrette a chiudere con conseguenze drammatiche per il tessuto sociale; bisogna fare tutto il possibile per scongiurare quella che sarebbe una vera e propria catastrofe».

Elio Piscitello sottolinea anche altri interventi necessari per il rilancio della provincia. «Come abbiamo già avuto modo di dire - sono le parole del presidente di Confcommercio Siracusa - la nostra provincia vive da anni un profondo impoverimento demografico e assiste all'emigrazione di tanti giovani. L'inversione di tendenza può arrivare solo creando opportunità di lavoro e crescita; per raggiungere quest'obiettivo servono però azioni concrete. Penso alle «Zes» che vanno valorizzate e sfruttate ma penso anche agli investimenti sulle infrastrutture, materiali e immateriali, per dare nuova linfa al tessuto imprenditoriale e attrarre investimenti. Tra le infrastrutture con un ruolo fondamentale per la nostra economia ci sono i porti che vanno resi più efficienti e funzionali ai bisogni del territorio; è indispensabile creare un sistema portuale integrato che consenta di sfruttare al massimo le enormi potenzialità delle strutture presenti nella nostra provincia così come in tutto il resto della Sicilia. Penso anche ai Distretti urbani del commercio, strumenti di sviluppo e rilancio non solo delle attività commerciali ma anche delle città stesse».

«La nostra provincia, come dicevamo prima, non ha alcuna rappresentanza nella Giunta regionale - ha concluso Piscitello - data però la centralità del nostro territorio sul piano economico e industriale, trascurarlo sarebbe un danno per Siracusa, ma anche per l'intera nostra regione. A questo punto, tocca direttamente al Presidente Schifani il dovere e la responsabilità di ben rappresentare la nostra provincia: è anche dall'attenzione che saprà riservare al nostro territorio che lo giudicheremo».

Altre notizie di Editoriale
   Seguici su Facebook