Bando Occupazione Digitale Giovani | Confcommercio - Imprese per l'Italia - Siracusa
Mercoledì 24 Aprile 2024
NOTIZIE

Bando Occupazione Digitale Giovani

formazione nuove figure professionali - bando riservato a donne disoccupate e non.

siracusa, 01/03/2024

Pubblicato il bando sperimentale per partecipare all'innovativo progetto di formazione e qualificazione professionale ODG — Occupazione Digitale Giovani (un progetto selezionato dal Fondo per la Repubblica Digitale - Impresa sociale), ideato da MEVALUATE HOLDING e CROP NEWS. L'ateneo LUMSA è il soggetto responsabile coordinatore dei rapporti di partenariato con il Fondo per la Repubblica Digitale che ha selezionato e finanziato il progetto e che entro il 2026 impiegherà 350 milioni di euro ai sensi della legge 233/2021 (attuazione del Pnrr e prevenzione delle infiltrazioni mafiose). Il bando é riservato a 214 donne in tutto d'età compresa tra 19 e 50 anni, sia disoccupate che inoccupate ma anche dipendenti di operatori economici illuminati, interessati ad accrescerne abilità e competenze digitali in funzione di migliori
condizioni contrattuali. Il bando favorisce le donne vittime di violenza con una «quota riservataria» di 30 candidate preselezionate dalle associazioni eventualmente convenzionate (ad esempio Doppia Difesa, Telefono Rosa). Il bando disponibile al link https://lumsa.it/it/odg scade il 15 marzo 2024.

Le donne (età 19-50 anni) dipendenti delle imprese associate che saranno selezionate con il bando «ODG - Occupazione Digitale Giovani» contribuiranno attivamente a rendere migliore il Paese, valorizzando onestà, abilità, competenze e meriti e togliendo l'anonimato a illeciti e inadempimenti, rendendo più sicure le relazioni nei rapporti obbligatori e tra le persone (es. contrasto alla violenza sulle donne16) in quanto il sistema di Rating Reputazionale si configura come contrasto alla cosiddetta «ingegneria
reputazionale» - pratica illegale consistente nel costruire e far circolare identità digitali false o alterate - che concretizza nuove tipologie di illeciti quali il «riciclaggio identitario».

   Seguici su Facebook